Vai al contenuto principale
Coronavirus: misure urgenti e attività sospese, i dettagli sul Portale di Ateneo - Updates here   -   Status ICT
Oggetto:
Oggetto:

Semiotica delle culture alimentari

Oggetto:

Semiotics of Food Cultures

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice attività didattica
FIL0347
Docente
Simona Stano (Titolare del corso)
Corso di studio
laurea magistrale in Comunicazione e Culture dei media
Anno
1° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6 cfu
SSD attività didattica
M-FIL/05 - filosofia e teoria dei linguaggi
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti

Conoscenze di base in ambito umanistico (in particolare semiotico); agli studenti che non avessero mai studiato semiotica si raccomanda di leggere previamente il "Manuale di semiotica" di Ugo Volli.

Basic knowledge in the humanities (especially semiotics). Students who have never studied semiotics are strongly encouraged to read the handbook "Manuale di semiotica" by Ugo Volli [IT] or the "International Handbook of Semiotics" ed. by Peter Trifonas [EN].
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Avvisi

Divieto di divulgazione materiali didattici e lezioni
Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento intende offrire una generale introduzione alla semiotica del cibo, considerandone le linee investigative di maggiore interesse e attualità (con particolare riferimento all’ambito della comunicazione alimentare e dei cosiddetti "miti alimentari"). Dopo una breve introduzione all'ambito disciplinare e al contesto bibliografico di riferimento, analisi puntuali ed esercitazioni pratiche permetteranno agli/lle studenti/esse di esplorare testi, discorsi e pratiche inerenti all'universo alimentare. 

The course intends to provide students with a general introduction to the semiotics of food (with specific reference to food communication and the so-called "food myths"), considering the most important theories and methodologies in this field of analysis. After a brief introduction to food studies, the analysis of specific examples and practical exercises will allow students to explore texts, discourses, and practices inherent to the food universe.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento, gli/le studenti/esse:

  • conosceranno le principali teorie e metodologie di analisi inerenti all'ambito dei "food studies" (con particolare riferimento all'approccio semiotico);
  • saranno in grado di applicare adeguatamente tali conoscenze all'analisi di casi di studio significativi;
  • avranno sviluppato autonomia di giudizio in relazione all'interpretazione di testi e discorsi inerenti all'universo alimentare, con particolare riferimento agli odierni “miti alimentari” e alla comunicazione digitale;
  • potranno avvalersi degli strumenti acquisiti per la progettazione e presentazione di messaggi e testi destinati ai vari ambiti connessi con la sfera alimentare;
  • saranno in grado di fare una presentazione orale e di produrre un saggio adeguato al contesto accademico, acquisendo in questo modo capacità essenziali in vista della laurea e dell'esperienza professionale. 

At the end of the course, students:

  • shall know the main theories and methodologies of analysis used in food studies (with particular reference to the semiotic approach);
  • shall be able to apply such knowledge to the analysis of relevant case studies and the production of effective texts;
  • shall develop the ability to autonomously interpret the cultural and semiotic aspects related to the foodsphere and its multiple representations (especially as regards present day’s “food myths” and online communication);
  • shall take advantage of the acquired tools for designign and implementing new texts and discourses related to the food system; - shall be able to make an oral presentation and write an essay responding to basic academic criteria, therefore acquiring essential skills in relation to both their graduation and professional life.

Oggetto:

Programma

  • Studiare il cibo e l’alimentazione: dai food studies alla “semiotica del cibo”

(introduzione; principali teorie e metodologie di analisi)

  • Cibo, natura, cultura

(i linguaggi del cibo tra aspetti materiali e socio-culturali)

  • Cibo e dietetica: dalle materie alle culture

(regimi dietetici, stili e trend alimentari dominanti)

  • Cibo e comunicazione: dai mezzi di comunicazione di massa ai new media

(i linguaggi sul cibo: teorie, discorsi, pratiche)

  • “Miti alimentari”: tra passato e presente

(il mito (alimentare) tra passato e presente; comunicazione e informazione alimentare; post-verità; fake news, teorie del complotto e debunking)

  • Studying food: from food studies to food semiotics

(introduction; main theories and methodologies of analysis)

  • Food, nature and culture

(the languages of food: between the material level and the socio-cultural dimension)

  • Food and dietetics: from materials to cultures

(dietary regimes as sense regimes, food styles and trends)

  • Food and communication: the mass and new media

(the languages on food: theories, discourses, and practices)

  • “Food myths” yesterday and today

(food myths in the past and the present; food communication and information; post-truth; fake news, conspiracy theories and debunking)

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Gli incontri combineranno lezioni frontali, presentazioni audiovisive di casi di studio rilevanti ed esercitazioni pratiche in gruppo e individuali. L'impostazione didattica tenderà a privilegiare uno stile seminariale, limitando le lezioni ex-cathedra all'introduzione dei concetti fondamentali, per adottare in seguito un approccio più marcatamente laboratoriale.

The course will combine frontal lectures, audiovisual presentations of significant case studies, and practical exercises. A seminar-style approach will be favoured, therefore limiting ex-cathedra lectures to the introduction of basic concepts and adopting an applicative methodology.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento prevede la realizzazione di un breve saggio scritto (da inviare almeno 7 giorni prima dell’appello in cui si intende sostenere l’esame) e un esame orale. I testi inviati in ritardo non potranno essere presi in considerazione.

La preparazione sarà considerata adeguata se lo/a studente/ssa dimostrerà di aver studiato e compreso i concetti trattati nel corso. Particolare attenzione verrà inoltre riservata alle capacità di analisi ed esposizione, all’impiego della terminologia adeguata e all’applicazione corretta delle metodologie di indagine e delle impostazioni teoriche presentate durante il corso (o, per i non frequentanti, acquisite mediante i testi d’esame).

Per il programma specifico da preparare per l’esame, v. la sezione “Testi consigliati e bibliografia”, più in basso.

Chi, tra gli/le studenti/esse frequentanti, lo desidererà, potrà optare per una speciale impostazione seminariale, che verrà presentata durante la prima lezione.

The final exam will consist in writing a short essay (to be sent via e-mail tno later than 7 days prior to the date of the oral examination selected by the student) and an oral examination. Belated essays will not be accepted for any reason.

The students' preparation will be considered adequate if they will demonstrate to have studied and understood the main ideas of the course. Special attention will also be devoted to analytical and communicative skills, the use of a correct terminology and the appropriate application of the methodologies and theoretical approaches presented during the course / acquired through the course materials.

For further information on the course materials, see below the section “Testi consigliati e bibliografia”.

Students attending the course will be able to opt for a particular option (workshop), which will be presented during the first lecture.

Oggetto:

Attività di supporto

Esercitazioni in classe (su casi di studio opportunamente selezionati); la docente discuterà con gli/le studenti/esse ed eventualmente li/e indirizzerà verso altri collaboratori e specialisti a seconda delle necessità specifiche dell'apprendimento e della preparazione delle tesine.

Practical exercises (on relevant case studies); the lecturer will advise students according to their requests and needs and might also put them in contact with other collaborators and experts, depending on the specific needs of learning and preparing the final papers.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Il programma d’esame prevede la preparazione del manuale e di un libro a scelta tra quelli menzionati:

MANUALE (obbligatorio)

  • Stano, S. 2018. I sensi del cibo. Elementi di semiotica dell’alimentazione. Roma: Aracne.

(una copia è disponibile per la consultazione presso la Biblioteca del DFE, II piano, Palazzo Nuovo) 

ALTRI VOLUMI (1 a scelta)

  • Bertetti, P. et al. (a cura di). 2006. Semiofood. Comunicazione e cultura del cibo. Torino: Centro Scientifico Editore.
  • Giannitrapani, A. e G. Marrone (a cura di). 2012. La cucina del senso. Gusto, significazione, testualità. Milano-Udine: Mimesis.
  • Harris, M. 1985. Good to eat. Riddles of food and culture. New York: Simon and Schuster (trad. it. 1990. Buono da mangiare. Torino: Einaudi).
  • Marrone, G. 2014. Gastromania. Milano: Bompiani.
  • Marrone, G. 2015. Buono da pensare. Cultura e comunicazione del gusto. Roma: Carocci.
  • Marrone, G. 2016. Semiotica del gusto. Linguaggi della cucina, del cibo, della tavola. Milano: Mimesis.
  • Stano, S. (a cura di). 2015. Cibo e identità culturale - Lexia 19-20. Roma: Aracne.
  • Stano, S. 2015. Eating the Other. Translations of the Culinary Code. Newcastle-upon-Tyne: Cambridge Scholars Publishing.
  • Stano, S. (a cura di). 2016. Semiotics of food - Semiotica 211(1/4). Berlino: De Gruyter Mouton.

 

ULTERIORI LETTURE (non utili ai fini dell’interrogazione, bensì per la stesura della tesina o la migliore comprensione di alcuni temi)

  • Barthes, R. 1961. "Pour une psychosociologie de l'alimentation contemporaine". Annales ESC XVI(5): 977-986 (trad. it. 1998. "L'alimentazione contemporanea", in Scritti: società, testo, comunicazione, 31-41. Torino: Einaudi).
  • Douglas, M. 1972. "Deciphering a meal." Daedalus 101(1): 61-81 (trad. it. 1985. "Decifrare un pasto", in Antropologia e simbolismo. Religione, cibo e denaro nella vita sociale, 165-191. Bologna: Il Mulino).
  • Douglas, M. 1984. Food in the Social Order: Studies of Food and Festivities in Three American Communities. New York: Russell Sage Foundation.
  • Lévi-Strauss, Cl. 1965. "Le triangle culinaire". L'Arc 26: 19-29.
  • Floch, J.-M. 1990. Sémiotique, marketing et communication. Paris: PUF (trad. it. 1992. Semiotica, marketing e comunicazione. Milano: Franco Angeli).
  • Lévi-Strauss, Cl. 1964. Mythologiques I. Le cru et le cuit. Paris: Plon (trad. it. 1966. Mitologica I. Il crudo e il cotto. Milano: Il Saggiatore).
  • Montanari, M. 2004. Il cibo come cultura. Roma-Bari: Laterza.

All students will have to read the handbook + 1 text selected from the list below:

HANDBOOK (compulsory)

  • Stano, S. 2018. I sensi del cibo. Elementi di semiotica dell’alimentazione. Roma: Aracne.

(a copy is available at the DFE Library, II floor, Palazzo Nuovo – English alternatives should be discussed with and previously approved by the professor)

OTHER TITLES (1 option to be selected)

  • Bertetti, P. et al. (eds.). 2006.  Comunicazione e cultura del cibo. Torino: Centro Scientifico Editore.
  • Giannitrapani, A. and G. Marrone (eds.). 2012. La cucina del senso. Gusto, significazione, testualità. Milan-Udine: Mimesis.
  • Harris, M. 1985. Good to eat. Riddles of food and culture. New York: Simon and Schuster.
  • Marrone, G. 2014. Gastromania. Milan: Bompiani.
  • Marrone, G. 2015. Buono da pensare. Cultura e comunicazione del gusto. Rome: Carocci.
  • Marrone, G. 2016. Semiotica del gusto. Linguaggi della cucina, del cibo, della tavola. Milan: Mimesis.
  • Stano, S. (ed.). 2015. Cibo e identità culturale - Lexia 19-20. Roma: Aracne. [containing essays in various languages]
  • Stano, S. 2015. Eating the Other. Translations of the Culinary Code. Newcastle-upon-Tyne: Cambridge Scholars Publishing.
  • Stano, S. (ed.). 2016. Semiotics of food - Semiotica 211(1/4). Berlino: De Gruyter Mouton. [containing essays in English and one in French]

 

FURTHER READINGS (not for oral examination)

  • Barthes, R. 1961. "Pour une psychosociologie de l'alimentation contemporaine". Annales ESC XVI(5): 977-986 (English Translation 1997. “Toward a Psychosociology of Contemporary Food Consumption”. In Counihan, C. and P. Van Esteric (eds.). Food and Culture: A Reader, 20–27. New York and London: Routledge).
  • Douglas, M. 1972. "Deciphering a meal." Daedalus 101(1): 61-8.
  • Douglas, M. 1984. Food in the Social Order: Studies of Food and Festivities in Three American Communities. New York: Russell Sage Foundation.
  • Lévi-Strauss, Cl. 1965. "Le triangle culinaire". L'Arc 26: 19-29 (English Translation 1997. “The Culinary Triangle”. In Counihan, C. and P. Van Esteric (eds.). Food and Culture: A Reader, 28–35. New York and London: Routledge).
  • Floch, J.-M. 1990. Sémiotique, marketing et communication. Paris: PUF (English Translation 2001. Semiotics, Marketing and Communication. New York: Palgrave MacMillan).
  • Lévi-Strauss, Cl. 1964. Mythologiques I. Le cru et le cuit. Paris: Plon (English Translation 1969. The Raw and the Cooked. Chicago: The University of Chicago Press).
  • Montanari, M. 2004. Il cibo come cultura. Roma-Bari: Laterza (English Translation 2006. Food is Culture. New York: Columbia University Press).

Oggetto:

Note

EMERGENZA CORONAVIRUS - NOTE IMPORTANTI

Secondo le disposizioni dell'ateneo volte al contenimento dell'epidemia di Coronavirus, tutti gli insegnamenti del secondo semestre, compresi quelli previsti per la seconda parte, devono essere avviati con modalità didattiche alternative. Il corso di Semiotica delle culture alimentari si terrà pertanto in modalità telematica, combinando sessioni Webex in diretta (la docente invierà maggiori informazioni e inviti alle studentesse e agli studenti iscritte/i al corso prima di ogni sessione, ivi compreso il primo incontro programmato per il 30/04/2020), atte a garantire la struttura del corso e le modalità di didattica sopra descritte, oltre a video e altri materiali che saranno resi accessibili mediante la piattaforma Moodle. Si invitano le/gli interessate/i a iscriversi sia al corso che alla piattaforma Moodle (v. link al fondo della pagina), in modo da rimanere aggiornate/i sugli sviluppi e ricevere tutte le comunicazioni [data nota: 25/03/2020].

--

Questo corso è finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’Unione Europea Horizon 2020 nell’ambito delle azioni Marie Sklodowska-Curie, Grant Agreement n. 795025. Per maggiori informazioni, v. www.comfection.com.

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under the Marie Sklodowska-Curie grant agreement No 795025. For further information, please see www.comfection.com.

Registrazione
  • Aperta
    Apertura registrazione
    02/09/2019 alle ore 01:00
    Chiusura registrazione
    19/04/2020 alle ore 01:00
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 25/03/2020 23:15
    Non cliccare qui!