Vai al contenuto pricipale

Guida del Corso di Studio - a.a. 2019/2020

Il Corso di laurea magistrale in Comunicazione e culture dei media si propone di formare degli esperti sui diversi contenuti mediali e la loro organizzazione storica e sistematica. Si caratterizza per una particolare attenzione e offerta didattica sui linguaggi dei media vecchi e nuovi (televisione, cinema, radio, pubblicità, grafica, musica popolare, new media di internet), sulla narratività, sulla semiotica, sulla sociologia delle comunicazioni di massa e sulla storia dei media.

Da questa formazione emerge una figura intellettuale capace di adattarsi alla vertiginosa trasformazione della comunicazione contemporanea, di coordinare e di gestire i contenutiche via via si renderanno necessari e disponibili, dunque di assumersi la responsabilità della comunicazione per diversi tipi di realtà pubbliche e private, di lavorare anche in posizioni di responsabilità e di direzione per testate, agenzie di comunicazioni, siti e altri soggetti che si impegneranno nel mercato comunicativo.

Il corso di laurea si propone di formare dei laureati ben consapevoli della dinamica storica, delle strutture linguistiche e della pratiche produttive dei vari mezzi di comunicazione che sono presenti nella società contemporanea e delle rispettive interrelazioni. Inoltre il corso fornisce metodologie di analisi e di produzione dei contenuti relativi a questi diversi mezzi e offre gli strumenti per valutarli e riconoscere le relazioni che essi hanno con le forme più tradizionali della comunicazione. Per ognuno di questi aspetti è previsto il contributo di discipline specifiche: la storia dei mezzi (L-Art/06) per la dimensioni storica; la semiotica (M-Fil/05) per quella strutturale, la mediologia (ancora L-Art/06) e i linguaggi dei vari mezzi (Sps/08) per per le metodologie produttive. Le conoscenze di sfondo sono assicurate dalla semiotica (M-Fil/05) dalla storia contemporanea (M-Sto/04) e dalle varie discipline letterarie. E' prevista anche un'esperienza pratica di tirocinio in aziende pertinenti. L'obiettivo di laureato che emerge da questa formazione è una figura intellettuale capace di adattarsi alla vertiginosa trasformazione della comunicazione contemporanea, di coordinare e di gestire i contenuti che via via si renderanno necessari e disponibili, dunque di assumersi la responsabilità della comunicazione per diversi tipi di realtà pubbliche e private, di lavorare anche in posizioni di responsabilità e di direzione per testate, agenzie di comunicazioni, siti e altri soggetti che si impegneranno nel mercato comunicativo.

Insegnamenti del primo anno per gli studenti immatricolati nell'a.a. 2019/2020 (coorte 2019)

Gli insegnamenti dei docenti interni riportano il programma e ogni informazioni utile, mentre gli insegnamenti dei docenti esterni al Corso rinviano (selezionando la voce "mutuato da") al relativo programma così come pubblicato all'interno del Corso di Studi di appartenenza del docente.

La scelta degli insegnamenti da inserire nel piano carriera deve essere effettuata verificando eventuali prerequisiti o propedeuticità (alcuni insegnamenti richiedono conoscenze preliminari o devono essere sostenuti prima di altri) o indicazioni generali stabilite dai docenti e i relativi orari delle lezioni, in modo da evitare sovrapposizioni. Fermo restando gli esami che di fatto sono obbligatori, si dovranno valutare con criterio le scelte degli insegnamenti nelle regole in cui sono previste diverse alternative, in modo da costruire un percorso equilibrato tra primo e secondo semestre, tenendo anche conto di eventuali indicazioni o raccomandazioni riportate nelle regole di scelta. 

Primo anno - Regola 1 - STRUMENTI DELL'IMMAGINE E DEL SUONO, STORIA E ANALISI DEL FILM
TAF. B - Caratterizzante     
Ambito: Teorie e tecniche dell'informazione e della comunicazione
Attività obbligatorie. 1 Attività formativa

S.S.D. INSEGNAMENTI  
L-ART/06 LET0858 - STORIA DEL CINEMA E DEI MEDIA (12 CFU)  

Primo anno - Regola 2 - FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE
TAF. B - Caratterizzante    
Ambito: Discipline socio-economiche, storico-politiche e cognitive
12 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
M-FIL/05 LET0258 - FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE (12 CFU) 
M-FIL/05 FIL0347 - SEMIOTICA DELLE CULTURE ALIMENTARI   
M-FIL/05 FIL0346 - SEMIOTICA DELLE CULTURE RELIGIOSE 

Primo anno - Regola 3 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
TAF: B - Caratterizzante      
Ambito: Teorie e tecniche dell'informazione e della comunicazione
12 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
SPS/08   FIL0269 - INTERACTIVE STORYTELLING AND ART (6 cfu)  
SPS/08 FIL0311 - LINGUAGGI GIORNALISTICI   
SPS/08 LET0268 - LINGUAGGIO RADIOFONICO 
SPS/08 SCP0244 - SOCIAL MEDIA ANALYSIS E BIG DATA 

Primo anno - Regola 4 - LETTERATURA E FILOSOFIA
TAF: C- Affine/Integrativa         
Ambito: Attività formative affini o integrative 
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
M-FIL/05   FIL0004 - EPISTEMOLOGIA DELLE SCIENZE UMANE 
M-FIL/04  FIL0225 - ESTETICA E TEORIA DELL'IMMAGINE    
M-FIL/03 FIL0158 - ETICA APPLICATA   
M-FIL/05   FIL0189 - FILOSOFIA DELLA LETTERATURA  
L-FIL-LET/11 LET0211 - LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA E
L-FIL-LET/14 STU0403 - LETTERATURA TEATRALE COMPARATA
L-LIN/11 LET0068 - LINGUA E LETTERATURE ANGLO-AMERICANE D  
L-FIL-LET/12 LET1071 - LINGUISTICA DELL'ITALIANO  
M-FIL/01 FIL0350 - SOCIAL ONTOLOGY   

Primo anno - Regola 5 - TEORIE E TECNICHE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE
TAF: B - Caratterizzante               
Ambito: Teorie e tecniche dell'informazione e della comunicazione
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
ICAR/17   K0276 - COMUNICAZIONE VISIVA
L-ART/07 SCF0053 - POPOLAR MUSIC   
L-ART/06 LET0266 - STORIA E CRITICA DELLA TELEVISIONE    

Primo anno - Regola 6 - ESAMI A SCELTA
TAF: C- Integrativa         
Ambito: Attività formative affini o integrative 

Seguiranno 4 regole (7,8,9,10) in cui è necessario selezionare complessivamente 12 cfu. Se non si selezionano complessivamente 12 cfu tra le 4 regole non sarà possibile chiudere correttamente il piano. Scegliere 6 cfu in questo blocco oppure selezionare salta la scelta per passare al gruppo di scelta successivo.

Regola 7 - SCELTA 1
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
SPS/08   CPS0044 - DISCORSI PUBBLICI E ISTITUZIONI
L-ART/06 STU0406 - FORME DELLA SERIALITA'      
M-FIL/05 FIL0118 - SEMIOTICA DEL GENDER

Regola 8 - SCELTA 2
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
L-ART/03 LET0264 - ARTE E COMUNICAZIONE
L-ART/05 STU0459 - SCRITTURE PER LA SCENA   
L-ART/06 LET0355 - STORIA DEL CINEMA A MOD. 1
SECS-P/08 LET1104 - TEORIE E TECNICHE DELLA PUBBLICITA' 

Regola 9 - SCELTA 3
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
SECS-P/02   CPS0548 - ECONOMIA DI INTERNET
L-ART/06 STU0399 - FENOMENOLOGIA DELLO SPETTACOLO TECNOLOGICO   
M-FIL/05 LET0274 - SEMIOTICA DELLA TELEVISIONE

Regola 10 - SCELTA 4
6 Crediti a scelta tra i seguenti

S.S.D. INSEGNAMENTI  
INF/01  CPS0143 - PROTOTIPAZIONE DI SERVIZI NEL WEB OF THING
L-ART/06 STU0394 - FORME E LINGUAGGI DELLA MODA   
SPS/08 SCP0343 - ANALISI DEI MEDIA  
M-FIL/05 FIL0253 - VISUAL SEMIOTICS 

Alcune regole del 2° anno sono anticipabili al 1° e sono costruite in base all'offerta formativa dell'a.a. 2019-2020 (controllare il piano carriera)

Insegnamenti del secondo anno per gli studenti immatricolati nell'a.a. 2018/2019 (coorte 2018)

Gli insegnamenti dei docenti interni riportano il programma e ogni informazioni utile, mentre gli insegnamenti dei docenti esterni al Corso rinviano (selezionando la voce "mutuato da") al relativo programma così come pubblicato all'interno del Corso di Studi di appartenenza del docente.

La scelta degli insegnamenti da inserire nel piano carriera deve essere effettuata verificando eventuali prerequisiti o propedeuticità (alcuni insegnamenti richiedono conoscenze preliminari o devono essere sostenuti prima di altri) o indicazioni generali stabilite dai docenti e i relativi orari delle lezioni, in modo da evitare sovrapposizioni. Fermo restando gli esami che di fatto sono obbligatori, si dovranno valutare con criterio le scelte degli insegnamenti nelle regole in cui sono previste diverse alternative, in modo da costruire un percorso equilibrato tra primo e secondo semestre, tenendo anche conto di eventuali indicazioni o raccomandazioni riportate nelle regole di scelta. 

Secondo anno - Regola 11 - DISCIPLINE SOCIO ECONOMICHE, STORICO-POLITICHE E COGNITIVE (REGOLA DEFINITA  SULLA BASE DELL'OFFERTA DELL'A.A. 2018-2019)
TAF: B - Caratterizzante               
Ambito: Discipline socio-economiche, storico-politiche e cognitive
6 Crediti a scelta tra i seguenti

Anno di corso di anticipo: 1

S.S.D. INSEGNAMENTI  
M-DEA/01   CPS0061 - ANTROPOLOGIA DELLA COMPLESSITA'  
M-DEA/01 CPS0032 - ANTROPOLOGIA SOCIALE  
M-DEA/01 CPS0062 - ANTROPOLOGIA VISIVA 
M-STO/04 STS0149 - STORIA SOCIALE DELL'ETA' CONTEMPORANEA 
M-STO/04 LET0244 - STORIA DEL GIORNALISMO 
M-STO/04 SCP0344 - STORIA DEL GIORNALISMO E DELLA COMUNICAZIONE POLITICA 
M-DEA/01 CPS0060 - TEORIE E CAMPI DELL'ANTROPOLOGIA 

Secondo anno - Regola 12- LINGUA E TRADUZIONE STRANIERA (REGOLA DEFINITA SULLA BASE DELL'OFFERTA DELL'A.A.2017-2018)
TAF: C- Affine/Integrativa              
Ambito: Attività formative affini o integrative
6 cfu a scelta tra i seguenti

Anno di corso di anticipo: 1

S.S.D. INSEGNAMENTI  
L-LIN/04  S9061 - LINGUA E TRADUZIONE FRANCESE 
L-LIN/04  STU0419 - LINGUA E TRADUZIONE FRANCESE B     
L-LIN/12 STU0029 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE   
L-LIN/14 LET1053 - LINGUISTICA TEDESCA 

Secondo anno - Regola 13 - STAGE (REGOLA DEFINITA SECONDO L'OFFERTA DELL'A.A.2018-2019)
TAF: F - Altre attività               
Ambito: Tirocini formativi e di orientamento
6 Crediti a scelta tra i seguenti

Anno di corso di anticipo: 1

S.S.D. INSEGNAMENTI  
NN   S2414 - ALTRE ATTIVITA' I 
L-LIN/12 FIL0277 -  ACADEMIC ENGLISH     
M-FIL/05 FIL0195 - ESERCITAZIONI DI FILOSOFIA CONTEMPORANEA
M-FIL/05  FIL0190 - INCONTRI SUL SENSO A
M-STO/01 FIL0191 - INCONTRI SUL SENSO B 
M-FIL/05 FIL0192 - INCONTRI SUL SENSO C
NN S2411 - LABORATORI VARI I
NN S2412 - LABORATORI VARI II
NN S2413 - LABORATORI VARI III
M-FIL/05 FIL0197 - LABORATORIO DI FOTOGIORNALISMO
M-FIL/05 FIL0198 - LABORATORIO DI SEMIOTICA DEL CIBO
M-FIL/05 LET0276 - SEMIOTICS (INTRODUCTORY COURSE IN ENGLISH)
NN S5269 - STAGE 

Secondo anno - Regola 14 - A SCELTA DELLO STUDENTE (MINIMO 12 CFU - MASSIMO 24 CFU)
Vincolo. Non meno di 12 crediti e non più di 24 crediti
TAF: D A scelta dello studente

Per inserire tra i crediti liberi insegnamenti  del Corso di laurea magistrale il Filologia, Letterature e Storia dell'antichità è necessario selezionare le attività nel blocco della regola 15. Per selezionalre insegnamenti di altri corsi di studio è necessario saltare la regola 15 ed effettuare la scelta nel blocco della regola 16; è possibile selezionare parte dei crediti in un blocco e parte nell'altro, rispettando il minimo di 12 e il massino di 24 cfu. 

Secondo anno - Regola 17 - PROVA FINALE
Attività obbligatorie. 1 attività formativa

S.S.D. INSEGNAMENTI  
PROFIN_S   LET0566 - PROVA FINALE (30 CFU)

 

  1. Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea magistrale in Comunicazione e culture dei media devono essere in possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Gli studenti devono inoltre essere in possesso dei requisiti curriculari e di adeguata personale preparazione di cui al successivo commi 2 e 3, non essendo prevista l’iscrizione con carenze formative.
  2. Per l'ammissione al corso di laurea è necessaria una conoscenza adeguata dei principi delle scienze della comunicazione. È in particolare necessario che lo studente abbia una competenza di base sul complesso delle discipline preliminari allo studio specialistico dei media e della cultura come la semiotica, la sociologia della comunicazione, la sociologia generale, l’informatica, la linguistica, la storia contemporanea, la storia dei media e gli specifici linguaggi dei mezzi di comunicazione intesi in senso ampio (cinema, televisione, giornalismo, pubblicità, letteratura contemporanea, musica, arte contemporanea, nuovi media ecc.).
  3. Il Corso di Laurea magistrale in Comunicazione e cultura dei media è ad accesso non programmato. L’iscrizione potrà avvenire sulla base della documentazione presentata. Per l'iscrizione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti curriculari minimi, da documentare nei tempi e nei modi stabiliti ogni anno dalla Scuola di scienze umanistiche: almeno n. 20 CFU complessivi in uno o più dei seguenti SSD: M-Fil/01, /03, /04, /05; Sps/07, /08, /11; /LArt/03, 04,     /05, /06, /07, /08; L-Lin/01, /03, /04, /10, /11, /12, /13, /14; M-Dea/01; M-Psi/01,/05; Icar/17; L-Fil-Let/9, /10, /11, /12, /13, /14, M-STO /02, /04, /05, /06, INF/01.Quando la commissione lo riterrà opportuno, e in particolare quando i requisiti curriculari non siano interamente soddisfatti, potrà convocare il candidato per un colloquio di verifica e orientamento, che potrà avvenire anche per via telematica.
  1. Le materie oggetto del colloquio finalizzato alla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione sono le seguenti:
  • Semiotica
  • Storia dei mezzi di comunicazione di massa
  • Sociologia della comunicazione

I colloqui hanno carattere di orientamento e non di esame; non sarà consentito sostenere il colloquio di ammissione più di  una volta per ciascun anno accademico.

Nel caso la commissione, sulla base dell'evidenza documentale, verifichi che la carriera dello studente sia chiaramente congrua con la preparazione richiesta dal corso di laurea, essa potrà stabilire l'adeguatezza della personale preparazione e l'ammissibilità dello studente senza utilizzare il colloquio.

  1. Per i soli studenti non comunitari soggetti al superamento della prova di conoscenza della lingua italiana, purché in possesso dei requisiti di cui ai comma 2, la verifica dell’adeguatezza della personale preparazione avverrà nel corso dello stesso colloquio volto ad accertare la conoscenza della lingua italiana. Il colloquio volto ad accertare l’adeguatezza della personale preparazione potrà svolgersi anche in lingua inglese, e verterà sulle stesse discipline indicate al comma 3.
  2. Qualora il candidato non sia in possesso degli specifici requisiti curriculari di cui al comma 2, su indicazione del CCLM potrà eventualmente iscriversi a singoli insegnamenti offerti dall’Ateneo e dovrà sostenere con esito positivo il relativo accertamento prima dell’iscrizione alla Laurea magistrale. L’iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Comunicazione e culture dei media è comunque subordinata al superamento con esito positivo del colloquio finalizzato alla verifica dell’adeguatezza della personale preparazione.
  3. Per i soli studenti non comunitari soggetti al superamento della prova di conoscenza della lingua italiana, purché in possesso dei requisiti di cui al comma 1, la verifica dell’adeguatezza della personale preparazione avverrà nel corso dello stesso colloquio volto ad accertare la conoscenza della lingua italiana. Il colloquio volto ad accertare l’adeguatezza della personale preparazione potrà svolgersi anche in lingua inglese, e verterà sulle stesse discipline indicate al comma 1. Qualora il candidato non sia in possesso degli specifici requisiti curriculari di cui al comma 2, su indicazione del CCLM potrà eventualmente frequentare singoli insegnamenti e sostenere il relativo accertamento prima dell’iscrizione alla Laurea magistrale.

Qualora il candidato non sia in possesso degli specifici requisiti curriculari di cui al comma 2, su indicazione del CCLM potrà eventualmente frequentare singoli insegnamenti offerti dalla Scuola e sostenere il relativo accertamento prima dell'iscrizione alla Laurea magistrale.

I tempi e le modalità per la presentazione della domanda di ammissione sono pubblicati nell'Avviso Domande di ammissione alla laurea magistrale 

Modulo per la richiesta di iscrizione al percorso binazionale (2019-2020)

Gli studenti del Corso di laurea magistrale in Comunicazione e culture dei media devono fare riferimento al Regolamento didattico relativo all'anno accademico di iscrizione. Alle norme contenute nei regolamenti corrisponde il "piano carriera", che propone le regole che guideranno la compilazione on-line del percorso di studi:

Nell'a.a. 2019-2020 gli studenti potranno seguire gli insegnamenti del primo anno (e gli eventuali esami anticipabili) sulla base di quanto riportato nel piano carriera relativo all'anno accademico di iscrizione. Per effettuare la scelta è opportuno pertanto verificare quali sono gli insegnamenti disponibili (presenti nelle regole di scelta) e verificarne il contenuto (programma, obiettivi, note, orari e ogni altra informazione) nella pagina dei singoli insegnamenti. Gli insegnamenti contenuti nel piano carriera non appartengono esclusivamente a docenti del Corso di studi; sono molti infatti gli insegnamenti che, pur impartiti da docenti di altri Corsi di studi, sono disponibili tra le opzioni del piano carriera. Tutti gli insegnamenti (dei docenti interni ed esterni al Corso di laurea magistrale) sono disponibili nell'elenco degli insegnamenti riportato nella sezione Corsi. Gli insegnamenti dei docenti interni riportano l'indicazione del Corso di studi di appartenenza del docente titolare dell'insegnamento, mentre gli insegnamenti dei docenti esterni al Corso non riportano la denominazione del Corso di studi e rinviano (selezionando la voce "mutuato da") al relativo programma così come pubblicato all'interno del Corso di studi di appartenenza del docente.

Il piano carriera, anche per gli studenti del primo anno, deve essere compilato integralmente e per l'intera durata del percorso di studi. Sarà in ogni caso possibile effettuare modifiche negli anni successivi.

Saranno tuttavia possibili modifiche anche sugli anni accademici limitatamente però agli esami già previsti dal proprio piano carriera (l'offerta formativa non è infatti adeguata retroattivamente).

Gli studenti troveranno nella pagina web del Corso di studi, all'interno dei vari insegnamenti in cui è presente il programma, ogni altra informazione utile, relativa al peso in crediti e al settore scientifico-disciplinare, alle date di inizio e fine delle lezioni, alle disposizioni sugli obblighi di frequenza e nell'apposita sezione del sito, alla distribuzione degli appelli d'esame.

Per quanto concerne gli esami liberi previsti dal piano carriera, la scelta dello studente può essere fatta fra tutti gli insegnamento della Scuola di Scienze Umanistiche, nonché fra quelli esterni alla Scuola purché previsti nelle scelte del piano carriera del Corso di studi: nel caso in cui lo studente intenda scegliere un insegnamento esterno alla Scuola e non previsto nel proprio carriera, deve presentare motivata domanda scritta al Consiglio del proprio Corso di studi (da presentarsi, come ogni pratica studente, in Segreteria studenti).

Per il conseguimento della laurea magistrale è richiesta la presentazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore afferente alla Scuola, a meno di specifica autorizzazione, da richiedersi al Consiglio di corso di Laurea motivatamente e specificando la natura della dissertazione.

Consultare inoltre le informazioni riguardanti le immatricolazioni e iscrizioni, il Regolamento Tasse e Contributi e il Vademecum con le scadenze amministrative dell'a.a. 2019/2020.

(in aggiornamento)

Il Corso di Laurea è attivo nella sede di Torino (Palazzo Nuovo, via Sant'Ottavio 20).

Il laureato che emerge da questa formazione è una figura intellettuale capace di adattarsialla vertiginosa trasformazione della comunicazione contemporanea, di coordinare e di gestire i contenuti che via via si renderanno necessari e disponibili, dunque di assumersi la responsabilità della comunicazione per diversi tipi di realtà pubbliche e private, di lavorare anche in posizioni di responsabilità e di direzione per testate, agenzie di comunicazioni, siti e altri soggetti che si impegneranno nel mercato comunicativo.

Le figure professionali che il corso si propone di formare sono quelle che si concentrano sulla produzione di contenuti per i mezzi di comunicazione, sul loro controllo, sull'organizzazione e diffusione, oltre che sulla loro valutazione. Tali figure possono essere presenti in enti pubblici e privati, tanto rispetto alla comunicazione interna che a quella esterna; tanto per quanto riguarda la produzione di testi di intrattenimento, quanto per quelli giornalistici, della documentazione, della pubblicità. Naturalmente fanno parte degli sbocchi professionali le posizioni di ricerca rispetto a questi argomenti .

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT):

  • Direttori e dirigenti del dipartimento comunicazione, pubblicità e pubbliche relazioni - (1.2.3.4.0)
  • Specialisti nell'acquisizione di beni e servizi - (2.5.151)
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICI) - (2.5.1.5.2)
  • Specialisti nella commercializzazione nel settore delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione - (2.5.1.5.3)
  • Analisti di mercato -(2.5.1.5.4)
  • Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate - (2.5. 1.6.0)
  • Dialoghisti e parolieri - (2.5.4.1.2)
  • Redattori di testi per la pubblicità - (2. 5.4.1. 3)
  • Redattori di testi tecnici - (2.5.4.1.4)
  • Revisori di testi - (2.5.4.4.2)
  • Sceneggiatori - (2.5.5.2.4)

Ultimo aggiornamento: 05/08/2019 09:57
Location: https://media.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!