Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:

PALEOGRAFIA LATINA A (LAUREA SPECIALISTICA)

Oggetto:

Anno accademico 2009/2010

Docente
Prof. Gian Giacomo Fissore (Titolare del corso)
Corso di studi
[f005-c204] laurea spec. in storia - a torino
Anno
1° anno 2° anno
Periodo didattico
Primo semestre (prima e seconda parte)
Tipologia
Per tutti gli ambiti
Crediti/Valenza
5
SSD dell'attività didattica
M-STO/09 - paleografia
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi


I documenti nell’Occidente medievale: interpretazione delle strutture tipologiche dei testi, metodi e pratica di trascrizione e di edizione.

Documents in western medieval Europe: analysis of patterns, methods and practical rules in editing handwritten sources.
Oggetto:

Programma

Esercitazioni seminariali (una alla settimana nell’arco dell’intero 1° semestre) verteranno sull’analisi e trascrizione di fonti medievali con applicazione dei metodi moderni di schedatura e di edizione critica, sulla base delle diverse tipologie dei documenti sciolti e dei documenti in registro.


Seminar lessons will be done weekly throughout all the first semester and will be about analysis and transcription of documentary medieval sources, usingmodern methods for critical edition on the bases of different patterns both of single documentsand documents on register.


Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:


Testi d’esame:

1) J. LE GOFF, Documento/monumento, in ID., Storia e memoria, Torino, Einaudi, 1982, pp. 443-445 (già edito in Enciclopedia Einaudi, V, 1978).
2) L. CANFORA, Il copista come autore, Palermo, Sellerio, 2002, pp. 93.
3) O.GUYOTJEANNIN, J. PYCKE, B.-M. TOCK, Diplomatique médiévale, Brépols, Turnhout 1993, capitoli I-VI, pp. 1-328 (o testo alternativo concordato)
4) A. PRATESI, Una questione di metodo: l’edizione delle fonti documentarie, in ID., Tra carte e notai. Saggi di Diplomatica, Roma 1992, pp. 7-31.
5) A. BARTOLI LANGELI e S.P.P. SCALFATI, L’edizione dei testi documentari, in “Schede medievali”, 20-21 (1991), pp. 116-140.
6) R.-H. BAUTIER, Travaux préliminaires pour une normalisation internationale des méthodes de publication de documents, in "Folia Cesaraugustana", I (1984), pp. 8-93.


Bibliography:

1) J. LE GOFF, Documento/monumento, in ID., Storia e memoria, Torino, Einaudi, 1982, pp. 443-445 (già edito in Enciclopedia Einaudi, V, 1978, sub voce).
2) L. CANFORA, Il copista come autore, Palermo, Sellerio, 2002, pp. 93.
3) O.GUYOTJEANNIN, J. PYCKE, B.-M. TOCK, Diplomatique médiévale, Brépols, Turnhout 1993, capitoli I-VI, pp. 1-328 (o testo alternativo concordato)
4) A. PRATESI, Una questione di metodo: l’edizione delle fonti documentarie, in ID., Tra carte e notai. Saggi di Diplomatica, Roma 1992, pp. 7-31.
5) A. BARTOLI LANGELI e S.P.P. SCALFATI, L’edizione dei testi documentari, in “Schede medievali”, 20-21 (1991), pp. 116-140.
6) R.-H. BAUTIER, Travaux préliminaires pour une normalisation internationale des méthodes de publication de documents, in "Folia Cesaraugustana", I (1984), pp. 8-93.



Oggetto:

Note


Si richiede una discreta conoscenza della lingua latina.
Consigliato agli studenti che abbiano già frequentato uno dei corsi propedeutici di Paleografia latina o di Paleografia e Diplomatica.
Previste esercitazioni di lettura aggiuntive in orari da concordarsi.


A quite good knowledge of Latin is requested.
Recommened to students who alraedy attented a basic module of Latin Paleography or Paleography and Diplomatics.
Some reading practices on facsimiles will be added.

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 07/04/2014 15:32

Non cliccare qui!